“La scuola è l’unica arma che io e Giancarlo abbiamo per non essere sconfitti”, afferma Paolo Siani nel suo discorso il 22 settembre 2018.Dopo anni,  il fratello di Giancarlo Siani, giornalista vittima della camorra, ha tenuto una conferenza nell’aula magna del liceo Pitagora B.Croce, in compagnia di figure già note per aver partecipato a molte manifestazioni indette dal nostro liceo, come il procuratore Armando D’Alterio e il colonnello dei carabinieri Filippo Melchiorre.

Paolo è stato accolto dal preside, prof. Benito Capossela, e dai calorosi applausi dei ragazzi del liceo, che si sono mostrati partecipi alla discussione. Un video, che ha riassunto tutte le iniziative realizzate in onore di Giancarlo Siani, ha dato avvio all’incontro tra la commozione generale dei presenti. Successivamente c’è stato il dibattito con alcuni dei ragazzi presenti in aula: domande pungenti e talvolta polemiche sono state poste a Paolo Siani e agli altri presenti.

I quesiti rivolti ai vari relatori spaziavano dalla libertà di stampa allo sfruttamento del precariato a cui vengono sottoposti molti aspiranti giornalisti.

Infine, una domanda in particolare, quando è stato chiesto a Paolo se fosse soddisfatto dell’incontro, ha suscitato forti emozioni in seguito all’inaspettata risposta di quest’ ultimo. Infatti Paolo ha affermato che, nonostante fosse molto felice per aver partecipato all’ incontro, tuttavia, in tutti questi anni si è sentito solo e che,  a distanza di 33 anni, egli sente ancora il dolore per la morte di Giancarlo, che, probabilmente, non passerà mai.

Al termine del dibattito, il preside ha consegnato a Paolo una copia del libro “Sìano Siani”, in cui sono documentate tutte le attività dedicate al giovane giornalista. Inoltre, tutti i ragazzi, vincitori dei vari concorsi in onore di Giancarlo, sono stati premiati.

Questa manifestazione ha rappresentato, come afferma lo stesso Paolo Siani:

“La più grande rivincita per Giancarlo”.

Mariarosaria Di Bagno III B cl

Facebooktwittergoogle_plus