Il pePetrolieretroliere

Esattamente dieci anni or sono usciva nelle sale italiane una pellicola destinata a rimanere negli annali del cinema moderno e non solo, vale a dire “Il petroliere”, titolo italiano dell’originale e più intrigante “There will be blood”, ossia “Ci sarà sangue”.

Regia, produzione e soggetto

Il regista è il talentuoso Paul Thomas Anderson, già conosciuto per “Magnolia” e riscoperto quest’anno con la sua ultima fatica “Il filo nascosto”, che è stato candidato agli Oscar come miglior film. La produzione è statunitense, così come Upton Sinclair, l’autore di “Petrolio!”, il romanzo da cui il film è tratto.

Trama

La storia ruota attorno alla scalata sociale di un minatore texano, interpretato magistralmente da Daniel-Day Lewis, considerato quasi una leggenda contemporanea, che interpreta un potente petroliere degli inizi del Novecento.

Principali tematiche

 La trama può essere estremamente semplificata e quasi banale, ma essa presenta il tema interessante dell’esplosione del business petrolifero che si intreccia a conflitti di varia natura, quali quelli tra padre e figlio, tra individuo e comunità, tra uomo e natura. Il concetto portante del film è lo smascheramento delle pulsioni oscure del protagonista ed anche della falsità della morale, della convivenza civile e della fede religiosa. Invece il petroliere è l’unico personaggio autentico nel film in quanto non inganna se stesso e gli altri con l’ipocrisia tipica della società capitalista. Tuttavia è fondamentale sottolineare quanto egli sia una persona spregevole, misantropa e priva di affetto nei confronti di chicchessia, eccetto che col figlio adottato, sebbene il conflitto tra i due culminerà in conseguenze estreme. L’altro emblematico scontro è quello tra il protagonista ed un giovane predicatore, anch’esso preludio di una tragica conclusione.

Reparto tecnico e artistico

Dal punto di vista tecnico il film eccelle nella splendida fotografia e negli scenari, caratterizzati da sconfinate terre desolate, nonché  nell’impeccabile sceneggiatura, anche se imperfetta.

Conclusione

In conclusione, “Il petroliere” è film spettacolare e ricco di contenuti, adatto a chi cerca svago ed evasione, ma anche a chi vuole un film impegnativo.

Facebooktwittergoogle_plus