Prison Break è una serie televisiva d’azione diretta da Paul Scheuring, trasmessa a partire dal 2005 dalla Fox. Ambientata inizialmente nel carcere di Fox River, la serie è incentrata sul legame di due fratelli che rischiano la propria vita per salvarsi l’un l’altro: il primo è Lincoln Burrows – interpretato da Dominic Purcell-, il classico “spaccone” che non ragiona mai con la testa ma solo con i muscoli; il secondo è Micheal Scofield – interpretato da Wentworth Miller -, un ragazzo che ha dedicato tutta la sua vita allo studio dell’ingegneria strutturale per realizzarsi. Per pagare l’università al fratello, Lincoln è sommerso dai debiti. Dopo aver bevuto troppo, una notte si imbatte in un tipo molto losco il quale gli promette di saldare tutti i suoi debiti a condizione che uccida Terrence Steadman, il fratello del vice Presidente degli Stati Uniti. Lincoln accetta la proposta e va ad eseguire il lavoro ma, quando si avvicina alla macchina per sparargli, scopre che il fratello del vicepresidente è già morto. Cerca quindi di scappare, ma viene catturato dalla polizia.

Quando Lincoln viene accusato di aver ucciso Terrence Steadman, viene condannato a morte e incarcerato nel Penitenziario di Stato di Fox River. Suo fratello Micheal, convinto che il fratello sia innocente, decide di farlo evadere, organizzando un piano di fuga. Facendo parte dell’azienda che si era occupata della costruzione della prigione, studia tutti i progetti, si fa tatuare la mappa su tutto il corpo insieme a vari messaggi e numeri di telefono che serviranno loro per evadere e, fatto questo, finge una rapina in banca per farsi catturare. Dato che non oppone resistenza, viene accusato di tentata rapina e mandato nel penitenziario di stato che è proprio Fox River, dove si trova il fratello.

Il regista ha affermato di aver preso spunto dalla nota serie Lost e, in effetti, la suspense e la tensione rimangono altissime per 24 episodi. In più, il contesto dell’evasione enfatizza in qualche modo la drammaticità e il pathos della storia.

La quinta stagione, il cui ultimo episodio è stato recentemente trasmesso, è nata a seguito di una nostalgica conversazione avvenuta tra i due attori principali incontratisi casualmente durante le riprese di un film nel 2016. Tuttavia, nonostante il grande impegno del cast, molti fan sono rimasti insoddisfatti a causa dei vari buchi di sceneggiatura, generati in parte dal numero piuttosto ridotto di episodi. Che fine ha fatto il cancro di Micheal, per esempio? Della sua malattia, infatti, non si fa cenno in nessuno degli episodi.

Nonostante alcune carenze strutturali, la serie è degna della fama che la caratterizza. Ogni stagione trasmette emozioni diverse e contrastanti al pubblico al quale si rivolge. Prison Break ha tutto ciò che una serie di questo calibro dovrebbe avere, sebbene la prima stagione rimanga la più felicemente riuscita.

Facebooktwittergoogle_plus