Lo scorso 9/09/2017 si è verificato un altro crollo a Torre Annunziata, precisamente nel Quadrilatero delle carceri, tra discariche di rifiuti e macerie.

Smontaggio delle tendopoli

 

 

 

 

 

 

Dopo la tragedia del 7/07/2017, lo scorso 9/09/2017 si è verificato un altro crollo a Torre Annunziata, precisamente nel Quadrilatero delle carceri, tra discariche di rifiuti e macerie. Fortunatamente non si sono registrati né feriti né morti. Ad assistere le famiglie rimaste senza una dimora si sono attivati i volontari della “Misericordia di Torre Annunziata”, i quali hanno allestito due tendopoli temporanee, rimosse poi dagli stessi volontari. Ma chi si sarà mai preso cura di queste famiglie in questi tre mesi? Sono stati sempre i volontari della “Misericordia”, che ogni giorno hanno prelevato il cibo dalla mensa “Don Pietro Ottena”, sia per il pranzo che per la cena, e lo hanno portato agli “sfollati”, offrendo ogni altro aiuto. In seguito,  però, per denunciare i continui crolli, i residenti di quella zona hanno deciso  di chiedere aiuto a “Striscia la Notizia”, che ha inviato  dopo due settimane una propria “troupe” per riprendere la situazione, tra l’altro aggravata.  Così il giornalista Luca Abete, autore del servizio, dopo aver ascoltato le parole dei residenti si è recato al comune di Torre Annunziata, dove ha voluto urgentemente interpellare l’assessore ai beni pubblici, Luca Ammendola. L’assessore ha ammesso che il comune da solo non riesce a far fronte all’emergenza. Successivamente, dopo 3 mesi, il comune si è attivato ordinando la rimozione DEFINITIVA delle tendopoli, dopo aver annunciato agli “sfollati” di aver trovato una dimora in cui  trascorrere al meglio questo freddo inverno. “Striscia la Notizia”, pertanto, aveva già mostrato in un servizio, girato nel 2014, le condizioni igieniche disastrose in cui abitavano molte famiglie di quella zona, ma a distanza di tre anni e di trentasette dal terremoto che colpì l’Irpinia, queste condizioni  sono decisamente peggiorate. Dopo la rimozione delle tendopoli, il comune ha voluto ringraziare i volontari della Misericordia di Torre Annunziata, diretti dal vice-governatore, Nicola Iervolino, e dalla governatrice, Ignazia Costa.

Facebooktwittergoogle_plus