Il 1 dicembre è stata la Giornata Mondiale Contro l’ AIDS. Istituita nel 1988, il 2017 è il 39esimo anno in cui viene celebrata. Ma cosa è cambiato in questi quarant’anni?

Per chi non lo sapesse l’AIDS è una malattia che si sviluppa negli anni successivi alla contrazione del virus dell’HIV. L’HIV è un virus che attacca il sistema immunitario e impedisce a quest’ultimo di combattere  le malattie. Ciò porta a un indebolimento della persona e a una maggiore sensibilità di fronte a qualsiasi patologia, con maggiori possibilità di sviluppo dei tumori.

La trasmissione del virus avviene tramite il contatto con il sangue di una persona infetta, il che può avvenire nella maggior parte dei casi durante un rapporto sessuale non protetto oppure con l’utilizzo di siringhe non sterilizzate.

Negli ultimi quarant’anni sono state scoperte nuove cure ed è stato inventato un test acquistabile da tutti con il quale, tramite solamente la saliva, si può capire se si è positivi al virus HIV. I metodi per non contrarre l’HIV sono semplici: basta semplicemente usare il preservativo durante i rapporti sessuali ed evitare il contatto con il sangue di altre persone.

Comunque le cure attuali non sono del tutto risolutive, ma possono ritardare anche di diversi anni il passaggio da HIV ad AIDS. Negli anni ’80 venivano condotte numerose e importanti campagne di informazione e di sensibilizzazione sull’argomento, ricordando i metodi per evitare il contagio.

Oggi, sempre più giovani ignorano anche l’esistenza di questo pericoloso virus e della conseguente patologia, favorendone la diffusione. Dal 2000 ad oggi in Italia, in Europa e in America le persone affette da questa malattia sono aumentate, anche se di poco, mentre nel Sudafrica si sono ridotte di quasi la metà. L’aumento si spiega con la crescente disinformazione tra i giovani, soprattutto europei e americani, su questo argomento.

Apple e l’ AIDS

Dal 2007 la famosissima casa produttrice di iPhone di Cupertino, la Apple, collabora con (RED), una fondazione che raccoglie fondi per donarli alla ricerca contro l’AIDS. Quest’anno Apple ha prodotto un’edizione speciale dell’iPhone 7 soprannominato iPhone 7 (PRODUCT) RED, che ha tenuto online sul suo store per qualche mese e racimolando 30 milioni di dollari, tutti donati a (RED).

Un’ottima iniziativa, no?

Paradossalmente, l’AIDS è una malattia da cui non si può guarire, per la quale non esistono vaccini, ma che nello stesso tempo può essere prevenuta. La sua forza risiede nell’ignoranza della gente. Ed è per questo che giornate come questa servono a ricordarci che non dobbiamo mai abbassare la guardia.

Facebooktwittergoogle_plus