GabbaniDopo solo una settimana dalla vittoria del festival di Sanremo 2017 di Francesco Gabbani, “Occidentali’s Karma” continua ancora a sorprendere. Ma cos’è questa “scimmia nuda” di cui parlano tutti?

Gabbani, già conosciuto per aver vinto Sanremo Giovani lo scorso anno con “Amen”, non smette di stupire dopo il primo posto al festival della canzone italiana.

Già a pochi giorni dalla vittoria, la piattaforma VEVO ha comunicato che, con 4.353.802 views in 24 ore, “Occidentali’s Karma” è stato il video italiano più visto in un solo giorno; dopo una sola settimana è già disco d’oro digitale. Premiato dalla FIMI (Federazione Industria Musicale Italiana), ha raggiunto le 47.175 copie alla prima settimana di vendite su piattaforme online. Ma cos’ha portato questa canzone ad avere tanto successo?

Se il pubblico meno attento ha focalizzato l’attenzione sul gorilla e sul ritmo del brano, forse non molto originale, per qualcuno anche scontato, chi ha analizzato il testo avrà sicuramente letto qualcosa di nuovo, oltre la semplice coreografia.
Ed infatti Gabbani pone come tema principale il confronto tra Occidente e Oriente. Sottolinea che gli occidentali tentano di “scimmiottare” le abitudini orientali cercando la stessa pace interiore ma spesso in modo superficiale. La stessa copertina dell’album rappresenta l’uomo occidentale, interpretato dallo stesso cantautore, diviso tra posizione da selfie e da yoga.
“Facciamo yoga, ma guai se non abbiamo l’outfit giusto”.
Un’accusa anche al mondo del web, a coloro che definisce “tuttologi col web” e “internettologi”, ossessionati dai social con la presunzione di sapere tutto. Il tutto si intreccia con riferimenti filosofici come il “pànta rei” di Eraclito, il nirvana ripreso in Europa da Schopenhauer, il Buddha, ma anche la scimmia nuda, “protagonista” del brano, descritta dallo zoologo Desmond Morris, che considera l’uomo al pari della scimmia ma senza peli. L’uomo occidentale “scimmiotta” l’uomo orientale.
Questa critica alla superficialità dell’occidente celata sotto un’incalzante ritmo rappresenterà fieramente l’Italia all’Eurovision Song Contest. Sarà forse rivisitata in inglese per trasmettere il messaggio ad un pubblico più ampio.

Giuseppe Pinto, III A classico

Facebooktwittergoogle_plus