Gli Italiani sono sempre stati abituati ai fumetti statunitensi ed europei. Invece il fumetto giapponese, il “manga”, anche se esisteva nel suo paese d’origine già dagli inizi del ‘900, è approdato in Italia soltanto agli inizi degli anni ’90. Ed è diventato un vero e proprio fenomeno, di grande interesse per ragazzi e adulti solo negli ultimi anni.  

anime manga cosplay naruto
Il Cosplayer professionista Phil Mizuno, nel ruolo dell’anime/manga Naruto

Nell’immaginario comune, il “manga” è soltanto un passatempo per i più piccoli. In realtà abbraccia generi di ogni tipo: da quello d’avventura (shonen) e sportivo (spokon) a quello horror (hora) ed erotico (hentai). Inoltre, dai manga vengono tratti serie tv e film chiamati “anime” (traslitterazione giapponese della parola inglese “animation”), che stanno conquistando un pubblico sempre più vasto.

Questo fenomeno, però, non si ferma soltanto alla lettura o alla visione di un fim. E’ nato infatti il cosiddetto “cosplay”, derivato dall’unione delle due parole inglesi “costume” (travestimento) e “play” (interpretazione). Esso consiste nel vestirsi da personaggio (immaginario) appartenente al mondo dei fumetti, manga, anime, videogiochi, film o serie tv, adottandone anche i comportamenti e le caratteristiche. Nonostante abbia avuto origine in America nel 1939, è grazie al successo ottenuto in Giappone che il cosplay si è diffuso in tutto il mondo. Infatti oggi, anche in Italia, i cosplayer sono considerati veri e propri artisti e possono fare della loro passione un lavoro a tempo pieno.

L’ultimo successo al cinema del mondo anime

Your Name ( 君の名は。) è un film anime del 2016, uscito in Italia nel 2017, diretto da Makoto Shinkai. E’ stato il film più visto del 2016, contando anche quelli stranieri. Campione d’incassi in Giappone e all’estero, è stato positivamente accolto dalla critica, grazie alla “soprannaturale attenzione ai dettagli” e alla “grande audacia narrativa”. Questo film è la storia di due ragazzi, Taki e Mitsuha, che, improvvisamente, si ritrovano uno nel corpo dell’altra. A un certo punto della storia però gli scambi si bloccano, perciò Taki è deciso a scoprirne la causa. L’amore del ragazzo per Mitsuha lo aiuterà ad abbattere le barriere del tempo e dello spazio.

Anche se molti sottovaluteranno questo film ancor prima di vederlo – poiché si tratta di un anime – sarà sicuramente capace di sconvolgere coloro che lo visioneranno senza pregiudizi, con fortissime emozioni. Gli anime e i manga sono infatti una vera e propria forma d’arte, che appassiona e ispira milioni di giovani  in tutto il mondo.

Giulia D’Avino e Clara Flauto, II A classico

Facebooktwittergoogle_plus