In un periodo di crisi mordace come quello da cui il nostro Paese sta cercando di rialzarsi, l’industria farmaceutica si conferma essere l’unica realtà in continua e solida crescita (+10%). Torre Annunziata, con il suo storico stabilimento Novartis (ex-Lepetit), in via Provinciale Schito, è tra i protagonisti dello sviluppo del settore e punta ad esserlo ancora per molto.

Logo dell'evento
Logo dell’evento

E proprio la sede torrese della multinazionale svizzera ha ospitato, nella mattinata di oggi 11 aprile, l’ultima tappa del roadshow Innovazione e produzione di valore, organizzato da Farmindustria allo scopo di offrire un quadro nitido di un comparto che mirando all’innovazione produce eccellenza e crescita per l’Italia. Un evento a cui noi studenti della V A classico abbiamo avuto l’opportunità e l’onore di partecipare come rappresentati di tutti i giovani torresi. A moderare l’incontro Nicola Porro, vicedirettore de Il Giornale e conduttore del programma televisivo Virus – il contagio delle idee, in onda ogni giovedì su Rai2. Con spirito e acume, il giornalista ha incalzato i vari partecipanti stimolando la riflessione su temi di primo rilievo. Gli onori del saluto non potevano non spettare al “padrone di casa”, il dott. Georg Schroeckenfuchs, presidente e amministratore delegato della Novartis Farma, che ha illustrato l’articolazione della struttura aziendale e ha sottolineato il peso del ruolo giocato dalla Novartis nel panorama imprenditoriale italiano. Dati su cui ha insistito anche il vicepresidente di Farmindustria Lucia Aleotti, estendendo però il discorso alle 200 aziende attive in Italia nell’ambito della produzione di farmaci.

La tavola rotonda tra i partecipanti al convegno
La tavola rotonda tra i partecipanti al convegno

In particolare, la dottoressa ha precisato l’importanza di far avvicinare i giovani al mondo del lavoro e di far conoscere una realtà imprenditoriale in forte espansione che, secondo le ultime statistiche, accoglie 1 laureato campano su 10.  Settore, questo, che necessita non soltanto di continua attenzione all’innovazione e allo sviluppo tecnologico, ma anche di sostenibilità, sociale e ambientale, come ha sottolineato il prof. Andrea Paci, ordinario di Economia e Gestione delle imprese all’ UniFi – unito a Torre da legami familiari. La serie di interventi è stata conclusa, poi, dalle parole del dott. Alain Leduc, direttore della sede torrese, da lui stesso definita “stabilimento a cinque stelle” per le numerose facilities a disposizione dei dipendenti e, prima ancora, per la notevole portata produttiva.

IMG_5802
La V A classico, il D.S. e Nicola Porro

A seguire un’accesa tavola rotonda, cui hanno preso parte Massimo Scaccabarozzi, presidente di Farmindustria, Costanzo Jannotti Pecci, presidente di Confindustria Campania, Mario Melazzini, presidente Aifa,  Angelo Colombini, segretario generale Femca-Cisl, Emilio Miceli, segretario generale Filctem-Cgil e Paolo Pirani, segretario generale Uiltec. Oggetto del dibattito l’intervento del governo locale e nazionale nell’assegnazione di fondi alle imprese private del settore.  Al termine dell’incontro, infine, è stato dato spazio alle nostre domande e si è prospettata la concreta possibilità di realizzare in un futuro prossimo una forma di alternanza scuola-lavoro – come previsto dalle legge 107/15 –  tra la Novartis e il nostro liceo. Si delinea quindi uno scenario nuovo per noi giovani torresi, sempre portati a guardare con profonda sfiducia al futuro della propria terra: soltanto avendo effettivi esempi di realtà imprenditoriali (e non) di successo presenti nel nostro territorio possiamo recuperare lo spirito positivo necessario affinché il nostro futuro si intrecci a quello della nostra città.

 

Stefano Di Nola, Francesco Cristiano, Maria Rosaria De Santis, V A classico

Foto realizzate da: Stefano Di Nola V A classico

Facebooktwittergoogle_plus