download (1)Perché non ci si deve preoccupare. L’opinione di uno studente

Nichi Vendola ora ha un figlio. Il problema: ‘è fatto’ a pagamento e lo vuole condividere con un uomo. La controversia era garantita, praticamente: Salvini punta il dito contro il presidente del partito Sinistra Ecologia Libertà, accusandolo di essere un egoista, anche perchè un gay come lui non può allevare per bene il piccolo Tobia. Può sembrare una riflessione giusta; dopotutto, non siamo tutti nati da madre e padre e da entrambi allevati fin dalla nascita? Ecco, no, nel mondo moderno non si può dare per scontato nemmeno questo. E proprio per questa ragione non si può dire neanche che una coppia gay con figli sia la ricetta per un disastro. Poniamoci una domanda: sarebbe meglio essere allevati da due genitori dello stesso sesso (un’esagerazione a favore degli oppositori) o da un solo genitore? Sicuramente un figlio ha bisogno di molto affetto per crescere bene, e spesso si fatica a dargliene abbastanza pure in due. Detto ciò, un figlio può crescere bene anche con un solo genitore, se ha il supporto di zii e amici di famiglia. Ma possiamo pensare che i gay non abbiano anch’essi amici, fratelli e, bisogna ricordarlo, madri e sorelle? Sicuramente no. Quindi, se una madre potesse dare qualcosa che un padre in più non può, i risultati della ‘sostituzione’ sarebbero comunque lontani dalla catastrofe. E se analizziamo il singolo caso, stiamo parlando del leader di un partito politico; alla luce di questi ragionamenti suo figlio ha più probabilità di crescere viziato che con problemi psicologici.

Ma Vendola non è senza colpa poiché, pure se Tobia verrà allevato in modo almeno accettabile, c’è da chiedersi se è proprio lui che dovrebbe esserlo. Infatti il bambino è stato ‘fatto’ apposta per Vendola, a pagamento, da una ricca donna della California. Perché non ha adottato? Dopotutto i costi sarebbero stati probabilmente simili ed è sicuramente meglio salvare un bambino da una vita destinata alla povertà e alla sofferenza che ‘farsi fare’ un bambino. Questo da un punto di vista puramente pratico, ovviamente. Ed è qui, forse, che Salvini ha ragione: perché Vendola probabilmente è stato attratto dal desiderio di avere un figlio fatto apposta per lui, di esserci alla nascita, di tenerlo in braccio appena nato come ogni altro padre. Una scelta veramente egoista, ma anche veramente umana.

Aleksej Di Maio 3C scientifico

Facebooktwittergoogle_plus