Deadpool 4Il film “Deadpool”, del 2016, è diretto da Tim Miller e si basa sull’omonimo personaggio dei fumetti Marvel, da sempre noto per il suo particolare humour e la pazzia che lo caratterizza. Deadpool alias Wade Wilson (Ryan Reynolds) era un soldato delle forze speciali che, dopo essere stato congedato, ha iniziato a lavorare come mercenario. Dopo uno dei suoi lavori incontra la prostituta Vanessa (Morena Baccarin) di cui si innamora; la loro vita trascorre felice fino a quando a Wade non è diagnosticato un cancro terminale. Allora il mercenario decide di andarsene per non far soffrire Vanessa, non volendo combattere il cancro insieme a lei. Una sera, mentre è al bar dell’amico Weasel (T. J. Miller), Wade viene contattato da un uomo misterioso che gli propone una cura al suo problema, che consiste nel renderlo un super soldato. Dopo diversi giorni Wade accetta ma scopre che la struttura medica in cui l’hanno portato non è altro che una fabbrica di mutanti. Per risvegliare i geni mutanti nascosti nel suo corpo Wade è sottoposto a numerose torture ordinate dal direttore Francis Freeman (Ed Skrein), anch’egli un mutante. Alla fine Wade si trasforma. I geni mutanti lo curano, rendendolo più forte e veloce, dandogli un potentissimo fattore rigenerante, ma si fondono con il tumore, lasciandolo deturpato. Wade infine riesce a fuggire. Con l’intenzione di sistemare il suo aspetto si mette all’inseguimento di Francis trasformandosi in Deadpool, il mercenario chiacchierone.

Deadpool 1

Quello che rende unico il film è proprio il suo protagonista. Deadpool è un pazzo in grado di sfondare la quarta parete (egli sa di essere un personaggio dei fumetti e molte volte parla direttamente al pubblico) e da questo nascono diversi siparietti comici. Inoltre egli è un anti-eroe che prende in giro se stesso e il genere dei supereroi; basti pensare al rapporto che ha con gli X-Men. Tuttavia, nonostante l’uso della violenza e certi comportamenti moralmente discutibili, egli è un personaggio che difficilmente si odia. Il film funziona molto bene e si può dire che sia stato costruito sul personaggio di Deadpool. Infatti le musiche e le ambientazioni lo rispecchiano benissimo. Miller come Reynolds sono riusciti a dar giustizia a un personaggio Marvel molto più profondo di quanto appaia.

“Deadpool” è un film che vuole far ridere, come il suo protagonista, e ci riesce alla grande. Può sembrare volgare o senza significato ma non è così; infatti con l’ironia vengono anche trattate varie tematiche importanti, come la lotta al cancro. Bisogna concedersi un momento per andare a vedere questo film. Sicuramente almeno una risata ve la strapperà.

Facebooktwittergoogle_plus