mabsta
Movimento Anti Bullismo Animato da STudenti Adolescenti

Quattordici studenti della I A dell’ Istituto superiore Galilei – Costa di Lecce hanno dato vita a “MaBasta”, acronimo di “Movimento Anti Bullismo Animato da STudenti Adolescenti”. Attraverso la loro pagina facebook offrono aiuto alle vittime di bullismo e agli stessi bulli, perché, secondo la loro opinione, sono proprio i bulli quelli che ne hanno più bisogno.

La tragedia che rompe gli indugi riguarda Cristina, la 12enne di Pordenone che ha tentato il suicidio, circa un mese fa, a causa dei continui insulti subiti dai suoi ‘compagni’ di scuola. Le parole scritte da questa ragazzina su un fogliettino, ”Ora sarete contenti”, sono state l’incipit che ha spinto i ragazzi leccesi alla istituzione di questo movimento.

Sono tanti però i casi di bullismo in Italia, come del resto in tutto il mondo. Ricordiamo Andrea, il 15enne romano che si suicidò perché definito dai suoi coetanei ‘gay’ e che per questo era perseguitato su internet; oppure Carolina, la 14enne morta suicida perché molestata durante una festa; ancora la 18enne disabile di Prato, derisa e sgambettata dai suoi coetanei che hanno girato ben tre video in cui la denigravano, pubblicandoli poi sui social network.

Ed ecco la valenza di MaBasta, un’associazione attraverso cui si vuole dire NO alla violenza fisica e psicologica. Così i ragazzi leccesi hanno preferito seguire i consigli dei propri insegnanti, ” Meglio fare qualcosa anziché parlare”; ed hanno creato qualcosa che si può definire grande. Con “MaBasta” danno voce a tutte le vittime di bullismo denunciando i fatti, pubblicando i video e dando forza e coraggio a questi poveri ragazzi che così non si sentono più soli. Basta con le botte, i lividi, le ingiurie, gli insulti e le paure.

L’ impegno di questi ragazzi non si ferma alla pagina di facebook. Vogliono infatti creare anche un sito internet per far comprendere ai bulli che coloro che remano contro il bullismo sono molto più numerosi di loro.

 

Facebooktwittergoogle_plus