“Revenant – Redivivo” è un film diretto da Alejandro González Iñárritu che ci catapulta in America, negli anni Venti del diciannovesimo secolo. La vicenda ruota attorno alla figura del cacciatore ed esploratore Hugo Glass (l’attore Leonardo Di Caprio), personaggio realmente vissuto tra XVIII e XIX secolo. Dopo essere sfuggito insieme ai suoi compagni a un attacco degli indiani, nel corso di una spedizione commerciale, Glass affronta da solo un orso grizzly e viene gravemente ferito. Ancora in vita, viene abbandonato dai suoi compagni nei territori gelidi del Missouri, considerato un peso inutile. Ma nonostante il freddo, le ferite e gli indiani alle costole, Hugo intraprenderà un viaggio incredibile per vendicare una persona a lui cara, uccisa da un suo ex compagno, John Fitzgerald (l’attore Tom Hardy) e riuscirà a sopravvivere.

 Il film è basato sul romanzo di Micheal Punke. La vicenda ha dell’incredibile, ma è narrata realisticamente. Guardando il film ci si immerge nella vicenda e ci sembra di trovarci veramente in quei luoghi; possiamo sentire e provare il dolore sia psicologico che anche fisico del protagonista. Ed è appunto il protagonista, oltre alle atmosfere e alla storia, uno dei motivi che rende questo film da visionare. Leonardo Di Caprio impersona alla perfezione la figura dell’eroico cacciatore e la sua lotta per la sopravvivenza; basti pensare che ha recitato a temperature estreme e che certe scene, come quella della carcassa del cavallo, sono vere. Come richiesto dal suo personaggio, in questo film Di Caprio è un uomo di poche parole che preferisce i fatti. Per questo il film manca di grandi dialoghi, che vengono comunque compensati e fatti passare in secondo piano, preferendo che sia l’espressività del protagonista e l’ambiente stesso a parlare al suo posto. Interessante l’antitesi tra Hugo Glass e John Fitzgerald: da una parte, troviamo un uomo legato alla sua famiglia, generoso e altruista ma dilaniato dal desiderio di vendetta, dall’altra c’è una persona avida e bugiarda che farebbe di tutto per sopravvivere. Alla fine Hugo capisce cosa deve fare con John e il film si interrompe, non spiegando se Hugo si è arreso o no; lui stesso rimasto solo afferma di essere già morto. Revenant-Redivivo è un film che all’apparenza può sembrare semplice e di scarso peso, ma nella visione è in grado di lasciare forti emozioni e farci discutere sulla forza dell’uomo e su cosa sia giusto o sbagliato nelle nostre scelte.

Facebooktwittergoogle_plus